HIFI      TV     LCD    PLASMA     VIDEO    DIFFUSORI       HIFI   COMPUTER    SAT  VIDEOPROIETTORI  CAR STEREO   SONORIZZAZIONI AMBIENTI  POLTRONE  DIVANI  SPIONAGGIO


Home Su DIFFUSORI CAVI CUFFIE MOBILI GIRADISCHI&ACC. CD  SACD & LP PREOFESSIONALE TV LED -PLASMA-SAT POLTRONE DIVANI VIDEOPROIEZIONE HTPC-PC CAR-STEREO ELETTRODOMESTICI OCCASIONI ORDINI & CONTATTI   


         

            Home
Su

 

 

      

 

 

 

  

  Hit Counter    

 

           

 

 

 

 

    0

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

      

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

       

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

     

       

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

      

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

      

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

      

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

            

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

      

 

               

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

       

 

 

 

 

 

 

 

 

 

       

       


Once he'd acquired his passion for audio, one of young Dave Wilson's first activities was to build a Heathkit amplifier. His enthusiasm outran his discipline, however, and as soon as he threw the power switch on his newly finished creation, the house filled with acrid smoke. Out of disappointment came an important lesson; from that day forward, Dave understood the value of a careful and methodical scientific process, taking one step at a time, testing and recording results. That method has been the foundation of everything Dave has done since. As an adult with a serious hobby, Dave found himself dissatisfied with commercially available loudspeakers and began to experiment with hybrid designs.  He took a pair of Dahlquist DQ-10s and added an ESR electrostatic tweeter and a Braun mini-monitor. From this aesthetically challenged amalgam he gleaned the notion for the Wilson Audio Modular Monitor—the WAMM—which became his assault on the state-of-the-art. Dave debuted the WAMM at Garland Audio in Northern California in 1981 and immediately sold two pair. One of the first dealers to recognize the promise in this new design was Peter McGrath, the owner of Sound Components in Miami. (Decades later, Peter McGrath is a universally respected recording engineer and the National Sales Manager for Wilson Audio.)  Throughout the 1980s, Dave continued his secondary career as a recording engineer, producing, along with his wife Sheryl Lee, a series of records on the Wilson Audiophile label which are prized to this day for their holographic recreation of soundstage and for their natural musicality. During this time, Dave began to yearn for a portable location monitor that would offer him the same kind of transparency and neutrality he could achieve with the WAMM. Again, finding nothing commercially available that met his standards, he disappeared into the garage and emerged some months later with a small (but heavy) loudspeaker shaped like a truncated pyramid. Dave needed a name for his new creation, and, exercising his penchant for whimsy, took his cue from the pre-school his children were attending, the Tiny Tots Preschool. The Wilson Audio Tiny Tot (WATT) became the fledgling company's second product.  Dave initially regarded the WATT purely as a professional tool, whereas Sheryl Lee saw its potential as a home loudspeaker, despite its $4500 (in 1985 dollars) price tag. The WATT created a stir at the Consumer Electronics Show that year, and Wilson Audio suddenly had a slew of orders for their more affordable loudspeaker. (By 1989, WATT owners were demanding a dedicated woofer for the speakers, and the aptly named Puppy—a tiny tot's best friend—was introduced. The combined WATT/Puppy still holds the distinction of being the best-selling over $10,000 loudspeaker in history.)  Meanwhile, the Wilson's home had become their de facto factory, with WATTs and WAMMs spread throughout the garage and living room.



WILSON AUDIO  XLF                                     Per offerta e  sconto TELEFONARE/EMAIL

Da quando ha cominciato a costruire diffusori nel suo garage, Dave Wilson ha sempre avuto un obiettivo ben preciso: una riproduzione del suono il più possibile vicino alla realtà. Sebbene consapevole dei limiti delle tecnologie dei driver, dei materiali tradizionali che venivano solitamente utilizzati per cabinet e non ultimo dai limiti imposti al suo sogno dalle leggi della fisica, gli obiettivi rimanevano gli stessi. Ha quindi passato gran parte degli ultimi trent'anni alla ricerca di soluzioni efficaci, tenendo sempre presente che la validità di ogni tecnologia o metodologia di progettazione deve essere sempre verificata solo attraverso rigorose sperimentazioni ed ascolti oggettivi ed è da questi test che vengono alla luce quelle tecnologie che contribuiscono a rendere ancora più realistica l'esperienza musicale: solo quelle possono essere poi implementate in un prodotto Wilson Audio.  Alexandria XLF L' XLF entra quindi di diritto nella famiglia Alexandria ma non come una sostituta della X2, piuttosto come una sorella ancora più performante ed ambiziosa ed anche se esteticamente assomiglia all'originale la sua struttura si è evoluta per fare spazio alle nuove tecnologie partorite da Dave. E' sensibilmente più grande ed imponente con un incremento del volume interno della parte bassa del 14 percento. Anche le pareti del cabinet sono state modificate. Sono sempre ricavate da un unico blocco di Materiale-X lavorato da enormi macchine a controllo numerico ma ne è stato aumentato lo spessore. Questo accorgimento permette di raggiungere un controllo delle risonanze se possibile ancora più efficace rispetto alle X2. La sigla XLF invece identifica il nuovo condotto denominato "Cross Load Firing", un sistema per la gestione del basso unico nel suo genere. Inoltre è stato inoltre sviluppato un nuovo tweeter ed è stato utilizzato il Materiale-S, ultimo nato in casa Wilson ed introdotto con le Sasha W/P, per il baffle del midrange. Tra le altre numerose novità c'è anche il progetto del crossover, risultato di lunghe, meticolose ed esaustive sedute di ascolto. L'Alexandria XLF prende spunto dal riferimento posto dalle Alexandria X2 per quanto riguarda musicalità e risoluzione e ne migliora incredibilmente le performance in ogni parametro musicale: contrasto dinamico più esteso, migliore espressione armonica, gamma bassa ancora più profonda e coerente. A questo si aggiunge una linearità se possibile ancora più marcata. Cross Load Firing port system (XLF) L'Alexandria XLF implementa l'ultima invenzione di Dave Wilson: il sistema Cross Load Firing (XLF). Dopo anni di installazioni in tutto il mondo si è reso conto che i suoi diffusori vengono spesso installati in ambienti tutto fuorché perfetti. La sua indole idealista ha sempre cercato di risolvere questo problema preoccupandosi molto di come un diffusore andasse poi a suonare negli ambienti reali e questa è stata la forza motrice a monte delle sue invenzioni, prima su tutte la regolazione del ritardo di propagazione che permette di ottimizzare, tramite precisi e calcolati aggiustamenti dell'inclinazione dei moduli della gamma medioalta delle Alexandria, le performance negli ambienti domestici di oggi. Sicuramente il parametro maggiormente influenzato dall'ambiente è la performance della gamma bassa. Alcune sale d'ascolto, come quelle ad esempio con un alto numero di superfici vetrate, sono spesso troppo asciutte in gamma bassa. Altre invece non permettono di dare ampio respiro alle frequenze basse risultando così totalmente sbilanciate verso le note gravi. L'impatto sonoro negativo di questi ambienti tutt'altro che ideali è spesso amplificato dalla propensione di alcuni clienti a posizionare il punto di ascolto in prossimità del centro della stanza. Dettaglio che amplifica il problema. L'Alexandria è sempre stato un diffusore con una gamma bassa molto estesa e lineare ma nella nuova versione XLF si è voluto fare un passo avanti: attraverso questo sistema l'installatore può scegliere una configurazione ad uscita frontale o posteriore. La scelta dipende dalle caratteristiche della stanza: generalmente quelle "asciutte" prediligono l'uscita posteriore mentre quelle dove è difficile tenere a freno le prime due ottave prediligono l'uscita anteriore. La configurazione di default è comunque con il condotto posto sul retro del diffusore. Nei casi in cui sia preferibile l'uscita anteriore è necessario semplicemente rimuovere la placca di alluminio ed il relativo tappo del condotto sull'anteriore, reinstallare questi elementi sul retro e quindi reinstallare la meccanica vera e propria del condotto sul frontale del cabinet. La funzionalità fatta estetica. Dave Wilson è l'inventore di molte tecnologie da lui stesso brevettate inclusa la regolazione della propagazione dei ritardi e la costruzione modulare. Nella sua continua sfida volta alla riduzione delle risonanze dei cabinet ha inoltre introdotto pioneristicamente l'uso di materiali compositi proprietari dalle caratteristiche incredibili e dal costo di lavorazione fino a 14 volte quello del comune MDF. La combinazione di tutte queste tecnologie ha sempre dettato legge riguardo all'aspetto dei diffusori Wilson Audio ed insieme ad ideali estetici senza tempo e a linee scultoree ha prodotto le forme più iconiche di Wilson Audio. L'approccio idealista di Dave al design identifica tutta la cultura della progettazione di Wilson Audio ed il nuovo design dell'Alexandria XLF non è che l'ultima espressione di tale filosofia. La funzionalità fatta estetica. Il sistema XLF ha richiesto un cabinet della gamma bassa più grande. Questo ha permesso agli ingegneri di modellare con cura la gamma bassa per una risposta in frequenza ancora più lineare. Utilizzando le ultime tecnologie di analisi gli ingegneri di Wilson Audio hanno riprogettato il cabinet aumentando come già accennato lo spessore delle pareti e riprogettato la geometria degli strati interni. Se il contributo negativo del cabinet alla gamma bassa delle AlexandriaX2 era incredibilmente limitato, quello delle Alexandria XLF lo è ancora di più grazie ad un mobile ancora più inerte. La struttura superiore ad ali che sorregge i moduli dei medi e del tweeter è una parte critica del progetto per diverse ragioni: rappresenta l'infrastruttura che permette il preciso allineamento asferico dei moduli superiori ed è a tutti gli effetti una piattaforma rigidissima, inerte e non risuonante da dove i moduli dei medi e del tweeter possono letteralmente far decollare la gamma media ed alta. Anche le ali sono più spesse e massicce che sulla X2 e sono realizzate interamente con l'incredibile Materiale-X, il composito più rigido e smorzato di Wilson Audio. Infine le caratteristiche curve scavate nei fianchi dell'Alexandria XLF, una sorta di rappresentazione grafica della progressione delle lunghezze d'onda allineate nel tempo, sono state ritoccate per avere maggiore efficacia estetica. La presenza visiva dell' Alexandria XLF è al tempo stesso più imponente e massiva della precedente S-Material Midrange Baffle Introdotto per la prima volta nel modulo Watt della nuova SASHA, ennesima evoluzione del sistema Watt/Puppy, il Materiale-S è incredibile per la correttezza timbrica che riesce a donare alla gamma media e per la capacità di smorzare qualsiasi risonanza. In combinazione con il Materiale-X riduce il rumore udibile e misurabile e le colorazioni dovute al contributo delle risonanze e delle vibrazioni del cabinet del medioalto. Il risultato è tanto più eccezionale se si considera che il nuovo Materiale-S ha surclassato per prestazioni il precedente M4 di Wilson, materiale proprietario usato per le prima volta nell'Alexandria X2 che aveva già stabilito il punto di riferimento per le prestazioni in fascia media. Convergent Synergy ™ Tweeter La magia del midrange di Wilson è sempre stata in gran parte dovuta alla sua capacita di questo splendido woofer di coprire tutta la gamma media, incluse le frequenze della voce maschile, senza che il crossover andasse a sporcare quella che è la parte più delicata della banda audio. Questo ha sempre significato che dovesse essere necessariamente piuttosto grande e quindi limitato in estensione in gamma alta. L'esistente tweeter in titanio a cupola rovesciata ha ampiamente dimostrato quindi di accoppiarsi perfettamente e con estrema coerenza con questo midrange e durante il suo sviluppo durato dieci anni si è evoluto in maniera tale che eccelle nel campo della bassa distorsione, nella risoluzione della micro e macro dinamica e nell'espressione degli armonici. Inizialmente fu sviluppato per suonare in basso fin sotto il kilohertz con bassa distorsione e alta capacità di pilotaggio ma Dave fu disposto a scambiare la larghezza di banda ultra estesa per caratteristiche più musicali ed importanti. Con l'aiuto dei suoi ingegneri ha testato un'ampia gamma di tweeter con cupole fatte in diamante, berillio, ceramica. Molti di questi esibivano risposte in frequenza piatte con estensione fino alle ottave non udibili ma nessuno di essi replicava il contrasto dinamico e l'espressione armonica del tweeter attuale con cupola rovesciata in titanio. Nessuno poi è stato in grado di avere performance adeguate accoppiato al midrange Wilson Audio viste le sue caratteristiche uniche.
Tre anni fa però, Dave ha rinnovato la sfida per la realizzazione di un tweeter migliore che è culminata in un progetto proprietario specifico per le Alexandria XLF. Il risultato è il Wilson Convergent Synergy Tweeter. Il nuovo tweeter Wilson abbandona i materiali esotici in favore di un progetto apparentemente più tradizionale ma completamente nuovo e rivoluzionario caratterizzato da una nuova cupola in seta che meglio incontra le caratteristiche di musicalità da lui ricercate. Le aspettative di bassa distorsione e di grande resistenza al pilotaggio giù nella parte più bassa del range sono state quindi meravigliosamente soddisfatte e a queste qualità si affianca una frequenza di risonanza molto più alta ed una risposta in frequenza perfettamente piatta oltre ad una linearità incredibile che lo fa incrociare sinergicamente con il midrange. Ha una dispersione fuori asse esemplare, sia nel dominio della frequenza che in quello del tempo, ed Il tappeto di rumore è più basso del precedente. In oltre, grazie ad una massa mobile leggermente inferiore, la sua risposta in frequenza si estende oltre i 37kHz. Ma cosa ancora più importante, è inarrivabile a livello di musicalità. Questo viene alla luce quando gli chiediamo di risolvere tessiture armoniche e micro dinamiche a basso volume senza apparente sforzo, senza rumori udibili e senza colorazioni fastidiose. E' il perfetto compagno del midrange dell'Alexandria XLF!





WILSON AUDIO   MAXXIII                                Per offerta e  sconto TELEFONARE/EMAIL

AE’ recentissima la notizia della presentazione della nuova versione dei diffusori MAXX: le migliorie più o meno sostanziali e gli affinamenti sono stati estesi a tutti i componenti di questo straordinario sistema di altoparlanti e sono tali da costituire un passo in avanti di grande importanza rispetto alle serie precedenti. Citiamo qui di seguito solamente i più appariscenti, quali la costruzione compositam(ora in tre moduli distinti), i nuovi mid-range e tweeter, il cross-over pesantemente rivisto e la tecnologia di costruzione del cabinet. Con queste premesse i MAXX 3 non potranno far altro che confermare la fiducia che tanti utenti e, soprattutto, svariati Costruttori di elettroniche e di cavi hanno riposto in loro scegliendoli come sistemi di riferimento per l’evoluzionedei propri prodotti.

Since its introduction in 1998, the MAXX has proved a clear success by every measure—in units sold, in glowing reviews, and in the degree to which it has become the reference for many of those leading reviewers. (One writer said the MAXX Series 2 was "the most significant product I've written about in my eight years as an audio reviewer.") Perhaps MAXX's greatest measure of success is its use by top-tier electronics and cable manufacturers in their reference systems. We realized that, as good as the Series 2 was, the existing platform stood in the way of further improvement. So we conceived an all-new design.The primary objective was to further improve MAXX's time-domain performance. The Wilson design team split the single upper module into two discreet units and incorporated Aspherical Propagation Delay. They added a slightly simplified version of the astonishing new midrange driver developed for Alexandria Series 2. Then, all-new crossovers were designed to capitalize on the performance of the new driver  Enclosure Type Woofer: Rear Ported Enclosure Type Midrange: Rear Ported Enclosure Type Tweeter: Sealed Woofers: One - 13 inch, (33.02 cm) One - 10.5 inch, (26.67 cm)  Midrange: Two - 7 inch (17.78 cm) Tweeter: One - 1 inch inverted dome (2.54 cm) Sensitivity: 91 dB @ 1 watt @ 1m @1 kHz Nominal Impedance: 4 ohms/minimum 2.9 ohms @ 24 Hz Minimum Amplifier Power: 20 Watts per channel Frequency Response: +/-3 dB 20 Hz - 22.5 kHz Room Average Response  Overall Dimensions: Height - 68 inches, (172 cm) with spikes Width - 16 1/4 inches, (41.28 cm) Depth - 24 1/4 inches, (61.60 cm) Approx. System Weight Per Channel: 420 lbs each (190.5 kg) Total Approx. Shipping Weight: 1190 lbs (540 kg)



WILSON AUDIO   ALEXIA                         Per offerta e  sconto TELEFONARE/EMAIL

Il progetto Alexia è nato da una serie di domande che Dave Wilson ha cominciato a porsi già da tempo: cosa succederebbe se unissimo l’accuratezza nel dominio del tempo delle Alexandria XLF con una silhouette ed una dimensione simile a quella delle Sasha? Siamo in grado di progettare un diffusore compatto in grado di competere con la coerenza, la musicalità e la risoluzione dei nostri diffusori più grandi?
Quando gli ingegneri Wilson hanno cominciato a sviluppare le Alexia si sono presto resi conto che per dare risposte reali a quesiti apparentemente semplici come questi sarebbe stata necessaria tutta la loro competenza, esperienza ed audacia.Sotto la guida fondamentale di Dave Wilson hanno affrontato sfide difficili fin dalle prime battute come il dividere il modulo superiore delle Sasha in due moduli separati per midrange e tweeter in modo da renderli completamente regolabili senza introdurre risonanze e instabilità generale nella struttura. Altro obiettivo era quello di aumentare sostanzialmente la dinamica, la risoluzione e la larghezza di banda dei diffusori compatti Wilson e, cosa ancora più complessa, implementare la regolazione nel dominio del tempo delle XLF tramite la costruzione modulare mantenendo la compattezza, la bellezza e l’essenza delle forme delle Sasha.Le soluzioni a questi problemi apparentemente impossibili da risolvere sono state trovate e attraverso la realizzazione di successivi prototipi. Dopo oltre un anno di ricerca e sviluppo il progetto Alexia e stato completato e siamo orgogliosi ed entusiasti di presentarvelo.Una forma perfetta nata da una complessa funzionalità  Alexia è un vero e proprio sistema modulare. Al contrario delle Sasha, costituite da due moduli con il midrange ed il tweeter integrati in quello superiore, i driver delle Alexia sono alloggiati ognuno in un modulo separato progettato su misura. La decisione di progettare una piattaforma completamente modulare ha introdotto diverse sfide, una fra tutte il mantenimento di una sovrastruttura compatta ed esteticamente elegante.  I diffusori Maxx ed Alexandria, a questo scopo, utilizzano una piattaforma esterna (le “wings”) per sostenere i vari moduli superiori e per facilitare la regolazione degli stessi nel dominio del tempo, e fin da subito è stato deciso che tale soluzione sarebbe stata incompatibile con la necessità di mantenere la silhouette ed il family feeling delle Sasha. Dopo un’evoluzione passata attraverso vari tentativi e prototipi, il progetto finale prevede il sistema di supporto e di regolazione del ritardo di propagazione del tweeter all’interno della struttura del midrange. I due moduli superiori delle Alexia sono quindi regolabili con estrema precisione ed è così che la tecnologia del ritardo asferico introdotta nel modello di punta Alexandria è stato implementato in questi magnifici e compatti diffusori. Per realizzare la complessa regolazione dell’allineamento degli assi, il gruppo midrange/tweeter utilizza in combinazione una punta fissa e tre punte aggiuntive di diverse lunghezze d usare in base alle indicazioni del manuale. Tutto il complesso poggia su un blocco di allineamento a 10 passi mutuato dal progetto Maxx ed è in grado di muoversi anche avanti e indietro lungo otto posizioni mentre il tweeter è regolabile separatamente rispetto al modulo midrange e quindi rispetto a tutto il diffusore.  Un rigidissimo componente in alluminio fresato dal pieno è montato sopra il modulo tweeter ad unire le due ali superiori del modulo midrange di cui ne è vera e propria estensione fisica. Va a chiudere la zona aperta della parte superiore svolgendo due importanti funzioni: permette la precisa regolazione dell’inclinazione del tweeter in 10 posizioni ed aggiunge rigidità a tutta struttura abbassando ulteriormente la frequenza di risonanza, già molto bassa in origine, del gruppo medioalto. Per fare un paragone, la Sasha dispone di un totale di quattro punte che servono a regolare l’inclinazione del modulo superiore in quattro posizioni. Nelle Alexia, sia il modulo del tweeter che quello del midrange sono regolabili indipendentemente potendoli spostare in avanti e indietro per un allineamento nel tempo di ogni driver. In più la tecnologia Aspherical Group Delay permette ai moduli di essere inclinati verso il basso o l’alto per una perfetta regolazione dei singoli assi di emissione. Tutto questo significa che le Alexia possono essere installate in centinaia di combinazioni diverse per adattarsi il più possibile alle infinite configurazioni di ascolto che si possono venire a presentare. L’esatta posizione dei due moduli superiori viene ricavata in base alle geometrie specifiche di ogni stanza e alla posizione del punto di ascolto seguendo le indicazioni del manuale dell’utente.L’accuratezza della regolazione nel dominio del tempo delle Alexia surclassa ogni precedente progetto ad eccezione delle stupende Alexandria XLF, che su questo parametro vengono uguagliate, mantenendo una forma ed una dimensione simile alle Sasha compresa l’impronta a terra che ne permette un facile inserimento in ambiente. La differenza sta solo nell’altezza, è più alta di meno di dieci pollici dedicati per la maggior parte all’incremento di volume del cabinet del basso.La Alexia è dunque molto più ambiziosa e complessa ed ha ereditato gran parte della sua tecnologia e personalità sonora dalla ammiraglia XLF. La complessità e la sofisticazione del suo sistema modulare produce vantaggi enormi. Permettendo una maggiore possibilità di regolazione del ritardo di propagazione è in grado di regalare una maggiore precisione dei transienti, una maggiore purezza del timbro, una grande spazialità ed una musicalità incredibili.I nuovi Woofer  Fin dall’inizio dello sviluppo delle Alexia l’idea di Dave Wilson è stata quella di sposare le performance e la tecnologia dei suoi progetti più grandi in un diffusore più compatto e meglio inseribile. Quando ha dovuto affrontare il problema della gamma bassa si è posto due priorità: ottenere la velocità, l’agilità e l’estensione delle Sasha e l’autorità e la potenza che, in parte, hanno reso leggendari i suoi diffusori più grandi. Questo ha significato sviluppare drivers specifici per le Alexia. Chiunque abbia familiarità con la progettazione dei diffusori potrà dirvi che è molto difficile disegnare un cabinet che incorpori due woofer di diametro diverso ma sfide dell’ingegneria a parte, non esiste una soluzione migliore di questa per combinare velocità e autorità della gamma bassa.  Nelle Alexia, la sfida è ancora più ardua a causa del volume contenuto del cabinet. Dave Wilson e Vern Credille, responsabile acustico di Wilson audio e ingegnere elettronico, hanno deciso che la soluzione migliore fosse di progettare due nuovi driver specifici, uno da otto e uno da dieci pollici. Dave e Vern introdussero per la prima volta l’idea di due woofer di diametro diverso nel progetto delle X-1 Grand Slamm, un altoparlante notevole, tra le altre cose, per la velocità dei transienti del basso, la dinamica e l’autorità del possente basso. Da allora questo tipo di progettazione è stata utilizzata in tutti i grandi diffusori Wilson e le Alexia sono il primo diffusore compatto ad utilizzarla.Cabinet del basso  Messo a confronto con quello delle Sasha, il cabinet del basso delle Alexia è il 18% più voluminoso proprio per accogliere i due nuovi woofer Questo spiega anche l’aumento complessivo di altezza di quasi dieci pollici. Le pareti esterne, costruite nel materiale composito X-Material, sono state progettate utilizzando le ultime tecnologie di interferometria laser in modo da ottimizzarne lo spessore, aumentato rispetto alle Sasha, e la posizione dei setti interni.XLF Midrange Drive  La Alexia utilizza lo stesso midrange in composito cellulosa/fibra di carbonio utilizzato nelle Alexandria XLF. Durante lo sviluppo delle Alexandria X2, Dave Wilson si è immerso nello studio dell’ascolto dal vivo culminato con la visita al Musikverein Concert Hall di Vienna. Da allora Dave, ogni anno, fa una sorta di pellegrinaggio al Musikverein dove oltre a soddisfare il suo smisurato amore per la musica ricalibra letteralmente le proprie orecchie. L’ascolto della musica così squisitamente eseguita serve anche a ricordargli il suo scopo ultimo: la riproduzione credibile di un evento non amplificato. Non è concentrato solo sul suono della musica live ma anche sulle emozioni che prova quando ascolta una grande performance lice. È attraverso questo confronto empirico tra l’evento live e la stessa musica ascoltata attraverso i suoi altoparlanti che le varie tecnologie Wilson sono nate, compreso quest’ultimo notevole driver midrange.Midrange Enclosure  Il materiale proprietario S-material, sviluppato per le Sasha W/P, è utilizzato nel baffle del modulo midrange delle Alexia che in accoppiata all’ X-material permette di minimizzare il rumore udibile e misurabile e la colorazione della gamma media. New Convergent Synergy™ Tweeter  Il Convergent Synergy Tweeter è stato progettato ed introdotto dal team di progettazione di Wilson nelle Alexandria XLF. Dopo aver testato una varietà infinita di materiali esotici come il berillio ed il diamante, Dave ha concluso che ognuno di questi materiali ha si delle virtù ma in questo momento nessuno di loro incontra le sue richieste in fatto di musicalità. Solo la cupola del Synergy, realizzata in un materiale a base di seta, riesce a sposarsi alla perfezione con i requisiti degli ultimi progetti: distorsione ultra bassa, capacità di pilotaggio eccezionale giù nella parte più bassa del suo range di utilizzo. Inoltre ha una dispersione fuori asse esemplare sia per quanto riguarda il dominio delle frequenze che in quello del tempo. Il tappeto di rumore è molto basso e grazie alla sua massa mobile molto bassa la sua risposta in frequenza si estende fino a 33KHz. L’aspetto più importante però è che si unisce perfettamente al nuovo midrange regalando una continuità tonale incredibile.L'ultima versione del Convergent Synergy trova ora una casa nelle Alexia. La nuova versione del tweeter è stata progettata per tenere conto del singolo midrange delle Alexia rispetto ai due delle XLF. Questa ultima versione del tweeter Synergy mantiene la linearità generale, la mancanza di grana, il contrasto dinamico, la risoluzione dei micro dettagli, e, da un punto di vista tecnico, una risposta in frequenza lineare e una distorsione molto più bassa del progetto originale. Specifiche Woofers:  8 pollici (20,32 cm) 10 pollici (25,4 cm) Midrange:  7 pollici (17,78 cm) Tweeter:  1 pollice, Cupola (2,54 cm) Sensibilità:  90 dB @ 1W @ 1m @ 1k Impedenza nominale:  4 ohms / minima 2 ohms @ 80 Hz Potenza minima richiesta:  20 Watts per canale Risposta in Frequenza:  20 Hz – 32 kHz +/- 3 dB Dimensioni:  Altezza: 135,29 cm comprese le punte  Larghezza: 38,74 cm Profondità: 53,70 cm   Peso:  116,12 kg cadauna


 




WILSON AUDIO   SASHA            €.16.750,00             Per prezzo scontato TELEFONARE/EMAIL
 Dave Wilson concepì e costruì il primo WATT nel 1985. Aveva necessità di un diffusore “monitor” preciso, fedele e facilmente trasportabile, da utilizzare per la serie di registrazioni “audiophile” che stava effettuando all’epoca. In un certo senso, egli intraprese il suo progetto per frustazione: sul mercato non era riuscito a trovare prodotto alcuno che soddisfacesse le sue esigenze. Si chiuse nel suo garage e ne uscì con il “Wilson Audio Tny Tot” (WATT). La notizia di questa sua personale e speciale creazione si diffuse rapidamente, nella comunità degli audiofili, non appena Wilson prese a far uso del WATT nelle dimostrazioni delle proprie incisioni in occasione delle varie mostre commerciali. Siccome il WATT era caratterizzato dal ricorso a materiali ricercati ed assai costosi per il cabinet (acrilico riempito con minerali), nonché da filtri accuratamente costruiti e messi a punto a mano, Dave era consapevole che si trattava di un diffusore molto dispendioso da fabbricare e pensò che il pubblico non l’avrebbe accolto favorevolmente. Ma le richieste si facevano sempre più insistenti e Wilson si dovette decidere ad avviare la produzione del WATT, trasformandosi da autore di eccellenti registrazioni a costruttore di diffusori acustici a tempo pieno. Malgrado il suo prezzo fosse quasi doppio di quello del prodotto concorrente più costoso, le vendite del WATT ebbero ben presto un andamento alquanto positivo.Una vera svolta intervenne con l’introduzione del modulo woofer “Puppy”, dedicato e da accoppiare al WATT, in un sistema a gamma intera dall’ingombro piuttosto compatto e dalle prestazioni formidabili. Col passare degli anni, l’accoppiata WATT/Puppy è stata sviluppata in più successive evoluzioni, che hanno beneficiato della ricerca sui materiali e dei perfezionamenti tecnici apportati ai trasduttori ed al crossover. Con la “Serie 6”, Wilson giunse ad introdurre la possibilità di mettere a punto il ritardo nella propagazione del suono, con accorgimenti (fatti poi oggetto di apposito brevetto), per l’allineamento degli altoparlanti in rapporto al tempo, a seconda delle modalità ed alle caratteristiche della singola installazione. Successivamente, Wilson ha esteso al WATT/Puppy, fino alla sua versione più recente, completa e raffinata –la “Serie 8”-, soluzioni tecnologiche sviluppate per altri suoi sistemi, come l’X-1 Grand SLAMM, il Sophia e, da ultimo, l’Alexandria X-2. Fin dalla sua prima comparsa, nel 1987, il Wilson Audio “WATT/Puppy” ha scritto un capitolo fondamentale e rivoluzionario nella storia dell’audio. Con circa cinquantamila esemplari venduti, questo sistema ha rappresentato anche un successo commerciale senza precedenti, nella sua fascia di prezzo. Dave Wilson, però, non è mai stato un tipo che si adagia sugli allori… Ecco perché Wilson Audio introduce oggi il “SASHA W/P™”. Nuova costruzione e materiale innovativo per il modulo del midrange. Nell’accingersi a progettare l’architettura di un diffusore, la filosofia di Wilson Audio è da sempre ispirata dalla consapevolezza del fatto che la forma è un elemento inscindibilmente legato alla funzione ed alla funzionalità dell’oggetto tecnologico. Per decenni e fino ad oggi, l’aspetto esteriore dei diffusori Wilson Audio è stato strettamente conseguenziale agli obiettivi prioritari del conseguimento di prestazioni ineccepibili nel controllo del ritardo nella propagazione del suono, della costruzione modulare e della limitazione delle risonanze del cabinet. Wilson ritiene che un’intrinseca manifestazione di bellezza emerge dalla più stretta ed autentica correlazione tra i principi della tecnologia e quelli dell’estetica. Non è frutto di una mera coincidenza, perciò, se molti dei diffusori Wilson Audio nascono come sculture d’argilla modellate dalle mani di Dave Wilson:egli è un artista, il diffusore la forma espressiva della sua arte. Questa tradizione, in cui –come si è detto- la forma segue fedelmente la funzione, prosegue ora con il “Sasha W/P™”. Al momento della prima elaborazione del WATT/Puppy, i progettisti avevano da raggiungere alcune mete ben precise, ma dovevano fare molta attenzione a tutti i parametri costruttivi; ecco che la forma del WATT è divenuta così conosciuta e riconoscibile, attraverso gli anni, che si è trasformata in un vero e proprio simbolo –tanto che il C.E.S. ha usato il profilo del WATT/Puppy come contrassegno del settore hi-end dell’esposizione. I progressi conseguiti da Wilson Audio nelle tecniche di lavorazione dei materiali hanno permesso di approntare un “involucro” ancor più sofisticato, con miglioramenti sia nelle pure prestazioni, sia nella durabilità. Nel progetto del Sasha, speciale cura è stata riservata al modulo superiore. Se è vero che esso presenta visibili richiami all’originario ed oramai classico tronco di piramide, tipico del predecessore WATT, nella sostanza il Sasha è totalmente nuovo. La distanza dall’originario sistema W/P è meravigliosamente significativa, anche se il Sasha può essere facilmente riconosciuto come il diretto discendente del “WATT/Puppy”. Dal punto di vista progettuale, il primo obbiettivo è stata una ancora più completa riduzione delle risonanze, già minime, della struttura del modulo superiore. A tal fine, tra l’altro, i pannelli di “X-material” del Sasha sono fino a tre volte più spessi. Anche una nuova soluzione adottata per i rinforzi interni contribuisce ai risultati sonori ineccepibili del modulo superiore, minimizzando le colorazioni inevitabilmente derivanti dalle risonanze. Il fiore all’occhiello del cabinet del Sasha è rappresentato dal particolare materiale utilizzato per il pannello anteriore, concepito congiuntamente alla progettazione del “Sasha W/P” ed in combinazione con l’X-material”, così da ottenere un “baffle” per il midrange che minimizza ogni sorta di rumore misurabile e di colorazioni udibili. Si tratta del miglioramento più considerevole, visto che l’”M-4” –materiale proprietario di Wilson Audio- aveva fissato il precedente riferimento assoluto per la qualità sonora del “medio”. Il crossover, che precedentemente era alloggiato all’interno del WATT, è stato spostato nel mobile dei bassi, una soluzione simile a quella adottata per il “MAXX Series 3”. Gli ingegneri di Wilson Audio hanno potuto così focalizzare ed ottimizzare lo studio sugli spazi retrostanti al trasduttoree, là dove il filtro si trovava collocato nel WATT, lavorando sull’onda posteriore emessa dell’altoparlante. Il modulo del basso, ha nel Sasha un volume più largo e più profondo e l’estensione della gamma verso l’estremo è stata significativamente ampliata fino a -3dB a 20Hz (Risposta in Stanza Media – RAR). Il nuovo Midrange Il Sasha W/P monta una versione, leggermente semplificata, dell’eccellente nuovo midrange, in composito di fibra di cellulosa/carta, sviluppato per l’Alexandria X2 – Series 2. Nel corso dell’evoluzione dell’Alexandria, Dave Wilson in persona si è immerso particolarmente nello studio nell’esperienza dell’ascolto della musica dal vivo. Egli non si è concentrato soltanto sul suono, in quanto tale, della musica “live”, ma anche sull’esperienza emozionale sperimentata in tale situazione. E stato attraverso una comparazione disciplinata e rigorosa tra l’esperienza della musica suonata dal vivo ed il risultato della riproduzione attraverso i diffusori, che Wilson ha tratto ispirazione per molti dei progressi tecnologici apportati ai propri prodotti. Il midrange dell’Alexandria è un caso esemplare. Nella primavera del 2006, Dave Wilson ha avuto la fortuna di assistere ad una prova della Sinfonia n. 2 di Mahler nella Musikverein Concert Hall di Vienna. Nel secondo movimento, il pizzicato degli archi domina un passaggio importante. Dave è stato improvvisamente colpito da ciò che stava udendo. Il suono non aveva un volume elevato, ma guizzava dalle corde con una prontezza ed un’immediatezza che egli non aveva mai percepito nella musica “riprodotta”, neppure attraverso i propri diffusori. Le sfumeture dinamiche dell’attacco e del decadimento erano compiutamente intellegibili. Egli poteva udire con pienezza il risuonare del legno dei violoncelli e dei contrabbassi. In quel momento egli realizzò quanto di meraviglioso può offrire il fenomeno musicale e quanto tutti i diffusori ascoltati da Dave Wilson, compresi i propri, sembravano “poveri”. Questa sensazione “trascendentale” è divenuta la sorgente dell’ispirazione per lo sviluppo del midrange del nuovo “Alexandria Series 2”, quello stesso midrange che è attualmente impiegato, in versione meno esasperata, nel Sasha W/P Il Tweeter Il Sasha monta lo stesso tweeter del “MAXX Series 3”. Come spesso capita, ogni nuovo progetto funge da piattaforma sulla quale si basano e vengono realizzati progetti successivi. Così, l’evoluzione del tweeter, che è cominciata con il “WATT/Puppy 8”, è proseguita con le “Sophia Serie 2”, è stata ulteriormente affinata con le “Alexandria Series 2” e, da ultimo, con le “MAXX Series 3”, ha raggiunto il proprio compimento finale proprio con il “Sasha W/P”. Il team di Wilson Audio si è concentrato su rivoluzionarie tecnologie e strategie relative alle distorsioni generate dalle onde provenienti dalla parte posteriore del diaframma del tweeter, parzialmente “trasparente” dal punto di vista acustico. Tutte le riflessioni fuori fase, od in ritardo temporale, che si propagano dal diaframma sono percepite e misurate come rumore e distorsione. La configurazione del tweeter ideato da Wilson riduce notevolmente questa distorsione. Il tweeter dei “Sasha”, che discende direttamente –come detto- da quello del “MAXX Series 3”, si avvantaggia di gran parte dei materiali proprietari e delle modalità costruttive del tweeter dell‘Alexandria, con drastica riduzione del disturbo, avvertito all’ascolto come artificiosità e “granosità” nella gamma delle frequenze udibili.Il woofer che ha debuttato nella versione “7” del Puppy, è stato elaborato con particolare attenzione all’”unità motrice” dell’altoparlante: ebbene, la struttura del magnete del woofer presente nel Sasha ha misure doppie rispetto al predecessore. L’aspirazione era quella di mantenere l’impatto e la fedeltà dinamica del prodotto originario, con incremento –però- della velocità generale, dell’agilità e della linearità alle basse frequenze. Il nuovo woofer soddisfa queste aspettative, coniugando anche maggior accuratezza e raffinatezza tonale. Crossover Il filtro midrange/tweeter, già installato sul WATT, è stato riposizionato in uno spazio chiuso, rinforzato ed isolato, nel posteriore del mobile dei woofers. Nella sua struttura e nella componentistica tutti i filtri sono stati specificamente modificati e sviluppati, per assecondare le qualità superiori del nuovo midrange e per esaltare l’altissima risoluzione di cui esso è capace. Anche per le basse frequenze il lavoro è stato intenso e proficuo. Il traguardo di una maggiore linearità, velocità, impatto e raffinatezza è stato attinto anche grazie ai nuovi crossover, che hanno contribuito altresì ad una sensazione di ampliamento della spazialità ed all’incremento della risoluzione dei particolari in secondo piano, prima d’ora impercettibili ed adesso disvelati con sorprendente chiarezza, contro uno sfondo quanto mai nero e silenzioso. Prezzo  La determinazione del prezzo in base ai contenuti oggettivi è un elemento caratterizzante l’impegno e la responsabilità di Wilson Audio, criterio che non è stato abbandonato nemmeno per il “Sasha W/P”. Il nuovo arrivato ha potuto far tesoro, anzi, delle nuove, più efficienti procedure costruttive applicate. Così, mentre il Sasha è oggettivamente più complesso e sofisticato, in ogni dettaglio, la maggiore efficienza risultante dalla potenziata interazione tra settori ha permesso che il “Sasha” debuttasse sul mercato ad un prezzo leggermente inferiore a quello del sistema uscente “WATT/Puppy 8”. Aggiornamenti Wilson Audio vanta una lunga tradizione nel supportare e preservare l’investimento effettuato dalla propria affezionata clientela nei suoi prodotti. Tuttavia, nel caso del “Sasha W/P”, l’importanza e la quantità dei cambiamenti, sia nella struttura del cabinet, sia nei materiali, sia nei componenti utilizzati, rendono impossibile un aggiornamento dai modelli della serie WATT/Puppy. Specifiche Tecniche Woofers:  Due – 20.32 cm Midrange:  Uno – 17.78 cm Tweeter:  Uno – a cupola invertita 2.54 cm Sensibilità:  91 dB @ 1 watt @ un metro @ 1kHz Impedenza Nominale:  4 ohms, 1.8 ohms minimo @ 92 Hz Risposta in Frequenza: +/- 3 dB 20 Hz - 22 kHz Amplificazione Minima:  20 watts per canale Dimensioni:  Altezza – 111.76 cm Larghezza – 35.56 cm Profondità – 53.91 cm Peso del sistema: 89.36 kg Peso Totale Lordo: 274.42 kg


 


WILSON AUDIO   SHOPIA 3      €. 9.950,00     Per prezzo scontato TELEFONARE/EMAIL
Ancora una volta la dimostrazione che ciò che sembrava non migliorabile (all’interno della propria fascia di prezzo) si rivela invece modificabile in meglio, grazie all’incessante lavoro di ricerca e sviluppo cui si sottopongono i tecnici all’interno dei laboratori della Wilson: i miglioramenti implementati in questo diffusore che ha goduto di un largo consenso di critica e di mercato, piccoli, ma sostanziali, hanno riaffermato la supremazia delle Sophia nella loro categoria di prezzo; in realtà questo modello costituisce non solo il sistema “entry-level” dei diffusori da pavimento Wilson, ma possiede già tutte le caratteristiche proprie del suono della Casa che hanno reso questo Marchio apprezzato in tutto il mondo; e grazie alle modificazioni apportate sugli altoparlanti e sul cross-over tali caratteristiche giungono ad essere così esaltate in questa nuova versione destinata, similmente a quelle precedenti, a coinvolgere un gran numero di appassionati; a causa dei sostanziali miglioramenti introdotti nel cabinet di questa versione, in questo caso non è possibile l’upgrade delle precedenti versioni a quella attuale. SOPHIA SERIES 3 Da quando i diffusori Sophia sono stati realizzati, hanno cambiato il modo di pensare di molta gente sui diffusori high end. La Wilson Audio ha provato che qualità una volta considerata contraddittoria – alta risoluzione e musicalità, bassi prodigiosi in diffusori da pavimento compatti, spinta dinamica ed esperienza musicale straordinaria con elettroniche economiche – possono convivere in un elegante diffusore. In due parole, i Sophia sono diventati dei veri classici, amati per la loro bellezza musicale.  Probabilmente perchè questa inusuale miscela di virtù contenuta in entrambe le Serie 1 & 2, le ha fatte diventare quasi un culto fin dalla sua introduzione nel 2003. Quando fu presa la decisione di aggiornare la Sophia alla versione Series 3, l'obiettivo primario degli ingegneri era quello di preservare la qualità tanto cara agli amanti della musica. Il team di progettazione aveva sviluppato e migliorato l'arte della riproduzione musicale della serie Alessandria 2, MAXX Series 3, e nel nuovissimo Sasha W / P con una varietà di nuove tecnologie create per questi progetti. Al fine di impiegare gli stessi miglioramenti tecnici nelle Sophia, è stato chiaro sin da subito che sarebbe necessario progettare un diffusore tutto nuovo. Allo stesso tempo, è stato difficile per Dave che aveva l'obbligo di mantenere, e (idealmente) sviluppare quelle qualità che definiscono chiaramente il carattere delle Sophia. Il risultato di questi sforzi è la serie 3 di Sophia. Nuova estetica e nuova cornice di diffrazione Midrange Quando si tratta di progettazione architettonica di un altoparlante, la filosofia di Wilson è guidata dal concetto che la forma di un altoparlante è indissolubilmente legato alla sua funzione. Le caratteristiche fisiche uniche del corretto ritardo della propagazione e l'abbassamento delle risonanze delle cornici di diffrazione hanno da decenni ormai identificato il look dei diffusori Wilson. Grazie alla combinazione di tecnologia e design le Sophia raggiungono una forma di singolare bellezza. Con Sophia, l'obiettivo primario era degli ingegneria per ridurre ulteriormente la risonanza di diffrazione già molto bassa. A tal fine, i pannelli di diffrazione X-material dei moduli inferiori e superiori sono più spessi. Una nuova strategia dei rinforzi interni, che ora include X-material, contribuisce anche alla migliore performance delle Sophia con la riduzione delle colorazioni e delle risonanza grazie a questi pannelli di ultima generazione. Inoltre, la Sophia Serie 3 condivide con le Sasha W/P l'utilizzo del più recente materiale composito brevettato Wilson - S-material. Utilizzato nel deflettore medio / tweeter della Serie Sophia 3, S-Materiale riduce drasticamente il rumore udibile e misurabile. Questo S-material accoppiato con l' X-materiale riesce a formare una struttura estremamente inerte e a bassa risonanza. Crossover Rivisto David Wilson, e con lui lo staff tecnico, sono sempre alla ricerca delle cause che producono distorsione. Durante le fasi di sviluppo dell’Alexandria, David scoprì che l’interazione tra i filtri passa alto e passa basso del crossover creava del rumore che si traduceva in crossover jitter. David ideò allora nuove strategie che ridussero il problema, ottenendo un livello di rumore più basso che permise di “sentire” ulteriormente nel diffusore, in modo da rivelare ed analizzare inconvenienti che in precedenza venivano oscurati. Questa intuizione, non solo ha migliorato la qualità sonora in relazione alla tecnologia antijitter, ma ha anche permesso di migliorare altri aspetti. L'ultimo beneficiario di questo approccio progettuale complessivo è ora la serie di Sophia 3. Abbassando il rumore di jitter e la distorsione nella Sophia 3 ha permesso a Dave, a sua volta, di sentire più in profondità l'altoparlante. Problemi precedentemente nascosti dal rumore ora erano chiaramente udibili. Così, riducendo il jitter di crossover non solo si è migliorato nelle aree previste (minore rumore di fondo e minore granosità), ma ha anche facilitato miglioramenti in altre categorie di performance. Gamma media eccellente e e musicalità, già sono punti di forza delle Sophia, e adesso sono notevolmente migliorate nelle Serie 3. Questi punti di forza tradizionali sono stati ulteriormente rafforzati da una maggiore trasparenza, una definizione spaziale, linearità e dinamica dei bassi, e liquidità della gamma media. Consistenza dello strumento e il timbro sono resi in modo più convincente e completa. Dettagli prima mascherati dal rumore di basso livello nelle precedenti versioni adesso emergono senza alcuno sforzo in superficie da uno sfondo nero. Crossover e Accesso al Panello delle Resistenze Il pannello di accesso del crossover che si trovava sul fondo della Sophia è stato adesso spostato verso la parte posteriore del diffusore. Ciò consente di accedere più facilmente alla sostituzione del valore delle resistenze. New Driver Midrange Quando si trattò di scegliere un driver midrange, Dave e gli ingegneri si sono concentrati sull'utilizzo degli strumenti provati. Sophia Serie 3 dispone di una versione semplificata del notevole midrange Wilson Audio / in composito pasta/carta composito sviluppato prima all'interno delle Alessandria X-2 Series 2, nelle MAXX Series 3 e Sasha W / P. Nuovo tweeter Sul mercato c’è un po’ di confusione su quali siano gli aspetti tecnici importanti per un comportamento corretto alle alte frequenze. Mentre altri produttori ricorrono a parametri dubbi come l’ampiezza di banda ultra-elevata od a materiali inutilmente esotici, noi continuiamo a focalizzarci su quelle tecniche che contribuiscono effettivamente a migliorare il comportamento musicale dei nostri prodotti. Le Sophia 3 utilizza adesso lo stesso tweeter delle Maxx 3 e delle Sasha W/P a tecnologia proprietaria che riduce significativamente il rumore spurio generato sulla parte posteriore, riducendo radicalmente la granosità ed il rumore alle frequenze elevate e migliorando i dettagli a basso livello e la trasparenza. Alti dolci e delicati erano già una prerogativa di questo diffusore, ma adesso il tweeter esprime maggiore ariosità, dolcezza, risoluzione ed un senso di purezza del tutto privo di granosità, come se gli alti emergessero da uno sfondo di velluto nero.Inoltre, gli aspetti della diffrazione e rumore sono migliorate in modo più efficace in questo tweeter.  Nuovo Woofer Il woofer brevettato per la Sophia, che ha debuttato nella Serie 1, è stato costruito con particolare attenzione alla struttura e al motore. Il woofer delle Sophia Serie 3 presenta una smagnete due volte le dimensioni del woofer anteriore. L'obiettivo era di mantenere l'accordatura del progetto originale, e aumentare l'impatto globale, velocità, agilità, e la linearità dei bassi. Il nuovo woofer ha anche molto maggiore articolazione tonale e ricco di dettaglio. Specifiche Woofer:  1 da 25,40 cm cono in Alluminio Midrange:  1 da 7,78 cm in carta Tweeter:  1 da 2.54 cm cupola rovesciata in titanio Sensibilità:  87 dB @ 1 watt @ 1 metro @ 1 kHz Impedenza nominale:  4 ohms, 3.1 ohms minima @ 98 Hz Risposta in Frequenza:  +/-3 dB 20 Hz - 22.5 kHz Amplificazione minima:  25 watts per canale Dimensioni:  Altezza - 104,45 cm con le punte Larghezza - 34,61 cm Profondità - 48,12 cm Peso: 74,84 kg

WILSON AUDIO   DUETTE          €.7.950,00        Per prezzo scontato TELEFONARE/EMAIL

DIFFUSORI WILSON DUETTE Quando un nuovo prodotto è veramente “rivoluzionario”? Oggi, i superlativi sono usati in modo improprio da astuti produttori – imbonitori che hanno privato certe parole del loro significato originale. Ma i nuovi Wilson Duette™ sono diffusori che noi consideriamo, senza esitazione, rivoluzionari. I Duette sono i primi diffusori nella storia audio che possono essere utilizzati sia come bookshelf, sia integrati in un cabinet, oppure montati su appositi stand. Tre brevetti sono a protezione delle tecnologie che facilitano questo particolare trasformismo. I Duette sono diffusori modulari che consistono di due parti: il diffusore vero e proprio (Duette™) ed il crossover separato (Novel™).  Quest’ultimo è regolabile attraverso una resistenza posta sul pannello posteriore, in modo da tener conto della risposta in fase e della disposizione in ambiente. Un’ulteriore ottimizzazione può essere ottenuta attraverso la scelta del cavo (e della sua lunghezza) che connette i crossover ai diffusori. Questa strategia consente un’ottimizzazione separata, sia per l’impiego tradizionale su stand, sia per quello bookshelf. Togliendo il crossover dal cabinet, siamo stati in grado di mantenere dimensioni relativamente piccole. Ma questa soluzione comporta anche altri benefici. Lo spazio normalmente dedicato al crossover si è reso disponibile per il driver midrange/tweeter, così il crossover può trovar posto lontano dai campi magnetici generati dagli altoparlanti.  Per il crossover si possono quindi impiegare induttori ed altri componenti delle stesse dimensioni e qualità di quelli già visti nel modello Alexandria ed i risultati di questo approccio consistono in una maggiore estensione sui bassi, nell’impatto dinamico più consistente, nell’aumento della risoluzione ed in una dimensionalità normalmente esibita da diffusori molto più grandi. Ridotto il livello di distorsione. Per i Duette sono stati ideati ed utilizzati due nuovi driver. Il woofer rimane in equilibrio tra la bellezza della gamma media e l’impatto sui bassi, raggiungendo nuovi livelli di riproduzione nel campo dei diffusori a due vie. Il tweeter possiede proprietà di dispersione uniche, che quasi eliminano la distorsione fuori asse dovuta alla disposizione. Abbinando le caratteristiche dei driver coi materiali che la Wilson utilizza per i propri cabinet, i risultati saranno musicalità, bassa distorsione ed una risoluzione senza precedenti. In altre parole, i Duette rivelano un senso di purezza, di coerenza e di precisione dinamica tipiche di casa Wilson. Coi Duette il nostro obiettivo era creare un diffusore che comprendesse in misura significativa il piacere musicale dei precedenti Sophia®, MAXX® Series 2, ed Alxandria® X-2. Questo livello qualitativo non era mai stato accessibile per così tanti ambienti ed è grazie alla combinazione del tradizionale valore dei prodotti Wilson, con gli impareggiabili nuovi livelli di flessibilità, che rende i Duette diffusori, veramente, rivoluzionari. L’esordio di Wilson Audio nel campo dei diffusori compatti e collocabili “in libreria” si chiama Duette. Per limitare opportunamente il peso e l’ingombro, il crossover è separato dal mobile che ospita gli altoparlanti. Attraverso il filtro sono anche configurabili, per l’ottimale convivenza con sponde e pareti laterali, sia la risposta in frequenza che quella nel tempo. Come sempre, l’approccio scientifico di David Wilson non lascia nulla al caso Specifiche Impedenza Nominale: 4 Ohms, 3 Ohms min. Woofer: 20,3 cm Tweeter: 2,54 cm Sensibilità: 89 dB@1 watt (2.00V@ 1 metro) Potenza minima: 7 WPC Risposta in Frequenza: (con il contributo della porta) +0, -3dB 36 Hz - 32.5 kHz Altezza: 46,7 cm Larghezza: 23,1 cm Profondità: 34,9 cm Peso: Duette: 17,7 Kg cadauno Crossover Novel: 8,6 Kg cadauno Lordo complessivo: 95 Kg intero sistema

Duette is the latest Special Applications product from Wilson Audio.  It was designed to offer the timbral neutrality, dynamic response, soundstage depth and transparency of floor-standing Wilson Loudspeakers, but to do so in environments (such as against walls or in bookshelves) which are instrinsically hostile to all of those qualities.  Then, it was given a dual personality so that it could succeed as a floor-standing loudspeaker as well.


CENTRALI

Telefona o invia un  e-mail per avere l'ultimo prezzo   0174 670100   Telefona o invia un  e-mail per avere l'ultimo prezzo 0174 670100  info@sinergy.us


WILSON AUDIO   POLARIS           €.32.800,00     Per prezzo scontato TELEFONARE/EMAIL

Diciamolo pure: un canale centrale di tali caratteristiche non si era mai visto: stesso tweeter da 1” a cupola invertita e stessi midrange montati sul modello Alexandria e due potenti woofer da 10” a complemento del tutto! Ecco quindi che giustamente il sistema Polaris può essere impiegato in configurazione stereofonica (con due esemplari, naturalmente...) per ottenere un sistema di riproduzione dotato delle stesse performances possibili in diffusori da pavimento, ma dotati di un profilo così basso da semplificare notevolmente l’inserimento anche “visivo” all’interno delle più raffinate sale di ascolto; grazie ai componenti impiegati ed alla tecnologia costruttiva del cabinet, propria dei modelli top della Casa, le prestazioni nell’ascolto a due canali sono tali da poter essere paragonate a quelle ottenibili con il modello Alexandria, a fronte tuttavia di un impatto visivo in ambiente sensibilmente più ridotto. Per l’utilizzo come canale centrale le prestazioni non possono che definirsi estremamente coinvolgenti tanto da donare alla visione dei vostri filmati preferiti una colonna sonora riprodotta in modo esaltante e tale da trasformare un buon sistema home-theater in un sistema multicanale davvero magico. Specifiche Woofers: 2 da 24,13 cm Midrange: 2 da 17,78 cm Tweeter: 1 a cupola rovesciata da 2,54 cm Sensibilità:  94 dB @ 1 watt @ 1 metro @ 1 kHz Impedenza nominale:  4 ohms, 2.2 ohms minimo @ 49 Hz Risposta in Frequenza:  +/- 3 dB 20 Hz - 21 kHz Amplificazione minima:  20 watts per canale Dimensioni:  Altezza:  72.39 cm senza punte 78.11 cm con le punte Larghezza: 96.52 cm Profondità: 63.33 cm Peso:  133.36 kg
Polaris—the North Star—anchors the rotating night sky as the immovable center above the north pole. The task of a center channel loudspeaker is to provide the still point around which swirl the action, music, and emotion of the home theater experience.Polaris—the star—is in reality a triple star system. Similarly, Polaris™—the loudspeaker—was conceived to serve more than a single function. Polaris is a low-profile flagship speaker designed to solve architectural challenges such as where a tall loudspeaker would obstruct a window view or intersect a wall-to-wall theater screen. Whether it is employed as a reference quality center channel, or as a low-profile music system, Polaris is engineered to achieve the same levels of performance as Wilson Audio's flagship loudspeakers, Alexandria® Series 2 and MAXX® Series 3. To create a low profile loudspeaker worthy to occupy the same space (literally or figuratively) as Alexandria and MAXX meant that several design challenges had to be met.Polaris had to incorporate Wilson's flagship loudspeakers' characteristic tonal accuracy and coherence. It had to meet the same standards of dynamic contrast and speed. Finally, it had to achieve the level of transparency, detail, and spatial resolution that set Alexandria and MAXX at the pinnacle of audio art. In short, the same synergy of drivers, cabinet materials, crossovers and Aspherical Propagation Delay geometry that distinguish Wilson's state-of-the-art loudspeakers had to work in a radically new form factor—a reference quality center channel and low-profile loudspeaker.

WILSON AUDIO   WATCH-Center       €.10.450,00   Per prezzo scontato TELEFONARE/EMAIL
Estremamente dinamico, ad alta sensibilità e con notevole tenuta in potenza, il WATCH-Center è stato specificatamente realizzato per eccellere come diffusore per canale centrale. Il WATCH-Center restituisce una risposta costante e lineare non solo sull’ asse, ma anche fuori asse, a differenza della maggior parte dei diffusori ideati per lo stesso impiego. Ciò è in parte risultato della tecnologia PDC (Phase Delay Correction), sviluppata per la prima volta nei nostri modelli WAMM e X-1 Grand SLAMM e successivamente applicata a tutti i prodotti Wilson. La tecnologia PDC consente di ottimizzare la dispersione di un diffusore per distanze ed altezze diverse, in modo da dare all’ ascoltatore maggior controllo del suono. Naturalmente, il WATCH-Center è all’ altezza degli standard della Wilson Audio: qualità costruttiva superiore e comportamento sonoro sorprendente. Per finire, il WATCH-Centre è un diffusore schermato e può essere ordinato assieme al proprio stand. Specifiche: Impedenza 4 ohm Sensibilità 94 dB  Risposta in frequenza 55 Hz - 22 KHz Dimensioni totali cm 51 L x 32 H x 41 P  Peso netto Kg 32 Peso con imballo Kg 43  Finitura Wilsongloss

The Center 3.s front baffle is angled upward, directing the sound more correctly at the listener's ears, especially important when the Center is mounted low, beneath a screen. The Center 3 utilizes X-Material in both tweeter and woofer enclosures. S-Material, Wilson's latest composite first used in the Sasha, now finds its place in the Center 3's mid-woofer baffle. The new cabinet minimizes enclosure resonances and enhances the Center's settling characteristics, allowing for better microdynamics and deeper shades of black.  The WATCH Center Series 3 sources its tweeter from the Sasha W/P and Sophia Series 3. This proven design is slightly more efficient than the tweeter it replaces. It is also more expressive of both large and small scale dynamics. Most importantly, it is better suited and matched to the Wilson midrange driver.  The acclaimed Wilson midrange was developed originally for the Alexandria Series 2 by Dave Wilson and his team of engineers. The Wilson mid was born of countless hours of listening to live, unamplified music in the great concert halls of the world, most notably the Musikverein in Vienna. Design goals were natural timbre, dynamic alacrity, and high-resolution. Dave was particularly concerned with resolving the very early reflections he heard when listening to live music, but which where missing in all previous loudspeaker designs in his experience. In order to resolve this subtle transient information, Dave knew the new driver must exhibit very fast and controlled settling time.the behavior of the driver's cone just after an initial transient.  To capitalize on the performance advantages of the Wilson midrange driver, a complete redesign of the crossover was in order for WATCH Center 3. Along with the latest in Wilson's unique anti-jitter technology, which accounts for interactions between high- and low-pass filters, special attention was given to the crossover's signal path and component layout, with measurable reductions in component interaction. The new crossover allows the Wilson mid to "speak" articulately from a near-silent background.


SUORROUND

Telefona o invia un  e-mail per avere l'ultimo prezzo   0174 670100   Telefona o invia un  e-mail per avere l'ultimo prezzo 0174 670100  info@sinergy.us



WILSON AUDIO   WATCH-SURROUND2  €. 5.475,00  Per prezzo scontato TELEFONARE/EMAIL
Ecco un altro esempio di come un componente audio possa restituire un comportamento estremamente valido nonostante le sue piccole dimensioni. Capaci di una notevole tenuta in potenza e di una risposta in frequenza che in gamma bassa arriva a 45 Hz, questi diffusori portano la riproduzione dei suoni surround del vostro sistema verso nuovi traguardi. A differenza di molti loro colleghi, i diffusori WATCH-Surround sono più di semplici altoparlanti, rendendo più accurate, dinamiche ed emozionanti le colonne sonore dei vostri film. E con la loro splendida finitura in Wilsongloss sembreranno di casa, appesi alla parete! Grazie al sistema di montaggio, i WATCH-Surround minimizzano le interazioni risonanti pavimento/soffitto. Forse il più grosso inconveniente per molti diffusori, queste interazioni causano colorazioni accentuando alcune frequenze e mascherandone altre. Considerando l’ uso di tecnologie dei materiali già sviluppate per il modello X-1 Grand SLAMM, i WATCH-Surround non possono che dare risultati eccezionali.  Specifiche: Impedenza 8 ohm Sensibilità 89 dB  Risposta in frequenza 45 Hz - 22 KHz Larghezza superiore cm 25 Larghezza inferiore cm 13 Altezza cm 58 Profondità non montato cm 21 Profondità montato cm 27 Peso netto Kg 23 (1 diffusore) Peso sistema di montaggio Kg 10 Finitura Wilsongloss

The new WATCH Wall Mount Speaker uses the Sophia Series 2 tweeter, already legendary for its precision and musicality. The Wall Mount Speaker also incorporates the anti-jitter crossover technology which underlies the astonishingly grain-free transparency and musicality of full-size Wilson loudspeakers. Without enlarging the external dimensions of the enclosure, the internal volume of the WATCH Surround was increased by 50%. This means a loudspeaker with significantly greater dynamic range and almost another full octave of bass extension.  New materials in the mount improve the acoustic decoupling of the loudspeaker from the wall. The redesigned mount also affords a greater range of tilt and rotation, making optimal placement of the Wall Mount Speaker easier to achieve in your room.  Though designed primarily for surround sound, the Wall Mount Speaker's full range response and stunning dynamics makes it a serious front channel solution as well—particularly in smaller flat-screen-based home theater systems, or as an alternative to in-wall speaker installations, most of which are sonically compromised by comparison.  Finally, the cosmetics of the Wall Mount Speaker reflect the look of current Wilson products, featuring a recessed diffraction pad and a pin-mounted grille cloth. Like all Wilson loudspeakers, the WATCH Wall Mounts can be ordered in a nearly limitless choice of colors, so these sculptural beauties will integrate effortlessly with your room's decor.


SUBWOOFER

Telefona o invia un  e-mail per avere l'ultimo prezzo   0174 670100   Telefona o invia un  e-mail per avere l'ultimo prezzo 0174 670100  info@sinergy.us


WILSON AUDIO   THOR'S HAMMER   €.24.900,00   Per prezzo scontato TELEFONARE/EMAIL
WILSON THOR'S HAMMER Il nuovo subwoofer tiene davvero fede al suo nome (il martello del dio Thor...) costituendo l’erede ideale e la somma di tutte le esperienze maturate in questo settore dalla Wilson: si tratta di un cabinet simile al precedente sistema XS ma con l’aggiunta della tecnologia contenuta nel Watch Dog, per un risultato che ha nella risposta in frequenza la sua caratteristica più esaltante, risposta che si estende in basso sino al limite dell’udibile con le orecchie....; i due driver da 12,5” sono dotati di doppio spider in modo da contenere la linearità di funzionamento anche con le impressionanti escursioni della membrana. Per un risultato che dona una “fisicità” inusitata anche a sistemi che apparentemente sembrano essere completi, ma che con l’aggiunta del Thor’s Hammer acquistano un’autorevolezza ed una determinazione nella riproduzione della gamma bassa difficilmente descrivibile a parole...Specifiche mpedenza Nominale:  4 ohms Efficienza:  93 dB (2.0 Volts @ 1 metro) Woofer:  2 X 38 cm con tecnologie dual-spider Tipo Cabinet:  Doppia apertura frontale Risposta in Frequenza:  10 - 150 Hz. (+0, – 3dB) Dimensioni: Altezza: 149.86 cm con le punte Larghezza: 50.80 cm Profondità: 65.25 cm Peso Netto:  186.88 kg Peso Lordo: 247.20 kg

  Thor is popularly known as the Norse god of thunder. He is often depicted carrying a short-handled hammer named Mjollnir, a symbol of his awesome power. Thunder is fitting to associate with Wilson Audio's new state-of-the-art subwoofer. Truth be told, our product might give Thor an inferiority complex. Thunder, you see, primarily occupies the frequency spectrum from 20-120 hertz. Thor's Hammer (the subwoofer) is capable of reproducing at full volume the lowest pipe organ note at 16 Hz.  Subwoofers are nowadays de rigueur in home theater systems, but their history at Wilson Audio long predates 5.1 audio. Dave Wilson's first commercial product, the multi-cabinet WAMM®, represented his effort to build speaker capable of reproducing the full range of music, including those lowest organ notes.  The WAMM employed two six-foot tall bass cabinets. Dave understood from the beginning that—when it comes to reproducing the lowest frequencies with dynamic realism and without distortion—there is no substitute for moving large volumes of air. The coffee table-sized WHOW, built to complement the early WATT/Puppys, and the seven-foot tall XS, designed for the X-1 Grand SLAMM, carried this uncompromising approach forward. Now, ultilizing the technologies developed for the WATCH System WATCH Dog Passive Subwoofer, it's possible to achieve the subterranean bass and impact of the gargantuan Wilson Subwoofers of yore in a cabinet a mere five feet tall!

WILSON AUDIO   WATCH-DOG          €.8.200,00      Per prezzo scontato TELEFONARE/EMAIL

Wilson Audio Watch Dog Il nuovo subwoofer The Modular Watch Dog presentato da un Costruttore leader nel campo dei sistemi di altoparlanti consente prestazioni esaltanti sia nell’ambito di sistemi multicanale che nell’ascolto del 2 canali “puro”, grazie all’elevata tecnologia proprietaria impiegata nella costruzione del cabinet, peraltro di dimensioni più contenute (e quindi più facilmente inseribile in ambiente) rispetto alla precedente versione. Specifiche TecnicheWATCH Dog Passive Subwoofer: Apertura ad emissione frontale  Woofer: 30 centimetri ad alta escursione Impedenza nominale: 8 ohms Sensibilità: 89 dB @ 1 watt (2.83 v a 1 metro) Dimensioni: Altezza: 68.26 cm con gli spike Profondità: 63.82 cmLarghezza: 42.72 cm Peso netto: 95.7 k Peso Lordo: 127.5 kg

The second generation WATCH Dog subwoofer has undergone the most radical redesign of any of the WATCH system components. Specifically, it has been transformed from an active subwoofer (with a built-in amplifier), to a passive, unamplified unit. Two considerations drove the design change: Quality and Flexibility.There's a widespread myth that since subwoofers operate in the low to subsonic frequency range, the sonic quality of the amplifier used to drive them is not critical. Couple that with the fact that the FTC-mandated criteria for power amplifier specifications don't apply to active subwoofers—a loophole which allows manufacturers to make wildly inflated performance claims for what are, in many cases, and with no pun intended, severely sub-standard amplifiers built into their subwoofers.Superior low frequency performance—whether as part of a home theater system, or in a two-channel music system—demands high quality, high current amplification. The active WATCH Dog certainly provides both. Nevertheless, listening tests clearly show that the most cohesive systems are those with matching amplifiers driving all of the loudspeakers, including the subwoofers. The new passive WATCH Dog provides the most cost-effective and flexible approach to that goal, whether in a single unit or a multiple unit configuration. Key to this flexibility is the new external WATCH Dog Controller, highlighted in the next section.  A true subwoofer, capable of clean, distortion-free sub-frequency response, has to be sufficiently large to move the volume of air which visceral frequencies require. As hard as some manufacturers may try, there's no getting around the laws of physics on this one. The good news is, the passive WATCH Dog is 40% smaller than its predecessor, while maintaining the same internal tuned volume. So the new WATCH Dog is easier to place in your listening environment with no sacrifice in performance.

WILSON AUDIO   SUB-CONTROLLER     €.4.590,00       Per prezzo scontato TELEFONARE/EMAIL

Un sistema elettronico di controllo atto all’ottimizzazione dell’interfaccia tra il Watch Dog (uno dei più sofisticati subwoofer presenti sul mercato) ed il sistema di altoparlanti “principale”; le numerose possibili regolazioni permettono così un incrocio perfetto tra l’altoparlante deputato alla riproduzione delle frequenze più gravi ed il sistema frontale che non necessariamente potrebbe essere Wilson. Specifiche Tecniche
Impdenza d'ingresso: 56K ohms single-ended, 4k ohms bal. Ingressi: Bilanciati e single-ended, Processore Uscite: Balanciate e single-ended, 2 ingressi Filtro Passa Basso: Livello & Frequenza (30 - 150 Hz).  Regolabile, 12 dB or 18 dB/Ottava Filtro Passa Alto: Livello & Frequenza (30 - 150 Hz). Regolabile,  6 dB or 12 dB/Ottava Fase: 0-180 gradi, variabile in modo continuo EQ: Frequenza variabile (30 - 150 Hz), Level (=/- 10 dB), e Q (.2 to 2) Dimensioni Larghezza: 482mm Altezza: 144mm  Profondità: 292mm  Peso Netto: 7.6 kg


The first thing to know about the WATCH Dog Controller is this: you may not need one. If your intended use for the passive WATCH Dog subwoofer is solely as an LFE (low frequency effects) driver in a 7.1 or 5.1 Home Theater system, all you need to do is connect the subwoofer directly to the LFE output of your amplifier(s) and be prepared for seat of the pants excitement in your home movie experience.  If you desire to use the WATCH Dog in a hybrid or multiple configuration system, then the external controller becomes the brains behind that flexibility, whether you're using one subwoofer or several.  In Movie Mode, the low frequency effects output from your processor goes directly through the controller to the WATCH Dog.  Switching to Music Mode (accomplished either with a front panel toggle or a 12 volt trigger), the controller becomes a feature-rich crossover and equalizer. You can control both crossover frequency and slope. A continuously variable phase control and EQ functions complete the features necessary to seamlessly integrate a WATCH Dog with any pair of Wilson loudpseakers.




Se su un prodotto presente o  non presente  nel nostro catalogo ci  puoi  richiedere  il  prezzo  scontato telefonando 0174 670100 - 0174 481045 o  inviando un e-mail a info@newaudio.it  ti  faremo  la   migliore  offerta .    Essendo   rivenditori ufficiali Italia  le  aziende  ci  chiedono  di  non creare  turbative  di  mercato pubblicando prezzi scontati non  di listino ufficiale .

Se hai trovato un prezzo più basso * in rete , segnalacelo e noi faremo di tutto per applicare quel prezzo. Altrimenti fai tu un'offerta e noi la valutateremo. La segnalazione può essere effettuata via email  oppure telefonando .  (*Per  prezzo più basso si riferisce ad offerte praticate sul Web da aziende che sono distributori  ufficiali  con sede in Italia , con regolare fatturazione e garanzia italiana fornita dal distributore ufficiale. Qualora il prezzo da confrontare fosse riferito a venditori esteri o che non offrono le caratteristiche suddette, queste non verranno prese in considerazione.)


 


Legenda istruzioni

Clicca per qui per vedere :  FOTO PRODOTTO

Clicca per qui per vedere :  ISTRUZIONI PRODOTTO

Clicca per qui per vedere :  CATALOGO,PROVA RIVISTE SPECIALIZZATE PRODOTTO

Clicca per qui per vedere :  FILMATO

Clicca per qui per vedere :  DATI TECNICI   SPECIFICHE PRODOTTO


Telefona o invia un  e-mail per avere l'ultimo prezzo   0174 670100   Telefona o invia un  e-mail per avere l'ultimo prezzo 0174 670100  info@sinergy.us


Attenzione 

Per ordinare o avere gli ultimi prezzi aggiornati telefona al  0174 670100 o invia un E-mail a  info@sinergy.us

info@newaudio.it

Il presente listino sostituisce ed annulla ogni precedente.I prezzi indicati si riferiscono  a singolo diffusore.
Le caratteristiche e i prezzi indicati possono variare senza preavviso telefonare o inviare un e-mail per ulteriori domande e conferme sui prezzi sopra riporta
ti. Prezzi franco nostro magazzino


Nota bene Tutti i marchi citati nel presente listino sono di proprietà e registrati alle rispettive Case Produttrici